Tempo di vendemmia per l'Agrario Arzelà In evidenza

Nove quintali di uva raccolta.

Venerdì, 20 Settembre 2019 15:32

 

Sei quintali di uva bianca, tre di quella rossa. Con questi numeri l’Agrario ‘Arzelà’ di Sarzana ha celebrato tra mercoledì e oggi venerdì il rito annuale della vendemmia con l’obiettivo di raggiungere quota mille bottiglie per l’azienda che dallo scorso anno fa capo all’istituto.

Le operazioni di raccolta dell’uva hanno avuto come ambiente i due terreni agricoli in comodato d’uso All’Arzelà situati nell’area retrostante la Rsa ‘Sabadini’, a due passi dal centro, e in un campo di Sarzanello. È lì che nei giorni scorsi di buonora i ragazzi della terza, quarta e quinta ‘’F” hanno iniziato a staccare i grappoli, a caricare le cassette sui mezzi agricoli prima di trasportarle nella cantina posizionata nella parte retrostante il complesso scolastico di piazza Ricchetti.

Il preside Generoso Cardinale ha voluto assistere di persona alle operazioni, in particolare alla macinatura dell’uva, assieme al vicepreside Paolo Mazzoli. Alla direzione delle operazioni gli insegnanti dell’Arzelà Massimo Caleo e Davide Giovanelli, rispettivamente presidente e direttore dell’azienda agricola scolastica. Con loro l’operaio Giovanni Mattei e alcuni noti viticoltori che non hanno fatto mancare i loro consigli.

Oggi, venerdì, il programma della vendemmia è proseguito con la pigiatura al torchio e la messa del prodotto nelle botti, tra le quali spicca quella refrigerata, destinata alla conservazione del vino bianco, acquistata dalla scuola grazie all’asta benefica dello scorso Natale.

Soddisfatto il preside Generoso Cardinale: “Ho visto i ragazzi e i docenti impegnati in maniera professionale dimostrando grandi capacità e competenze. Il gruppo ha lavorato con entusiasmo realizzando uno degli obiettivi di questo inizio di anno scolastico”.

“Questa vendemmia – osserva Massimo Caleo – va a coronare un anno di lavoro portato avanti nel campo scuola grazie anche a strutture sofisticate, come la stazione meteorologica di ultima generazione per programmare gli interventi antiparassitari. È stata una vera festa contadina”.

“Le condizioni climatiche nel periodo della fioritura – sostiene Davide Giovanelli - hanno ridotto le quantità di uva ma la produzione si annuncia di buona qualità. A Natale si potrà gustare il nuovo vino bianco, in maggioranza realizzato con uva vermentino. Per il rosso invece ci vorrà più tempo”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

All'esterno di uno dei due locali si erano riuniti alcuni avventori formando un assembramento. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
L'ordinanza del ministro della Salute entrerà in vigore da domenica 29 novembre. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa