Sarzana, scuole rinnovate in fruibilità e sicurezza In evidenza

di Luca Manfredini – Il nuovo anno scolastico inizia con importanti novità. L'amministrazione: “Durante la pausa estiva sono stati fatti interventi irganici sgli edifici".

Venerdì, 13 Settembre 2019 16:42

 

“L’utilizzo crea ovvia usura e le scuole necessitano di costante micro e macro manutenzione” - ne è ben conscio il Dirigente scolastico dell’ISA 13, il Dottor Antonio Fini, e ne è ben partecipe il Sindaco Cristina Ponzanelli (deleghe alla Pubblica Istruzione e servizi scolastici) che rivendica come punti essenziali del proprio mandato; la sicurezza, la funzionalità e la fruibilità degli edifici scolastici – “perché investire sulle scuole significa curare il presente ed investire nel futuro – aggiunge la Ponzanelli – per questo non ci siamo sottratti ad investimenti che riteniamo essenziali per la nostra comunità”.

In accordo con la Direzione scolastica ed in sinergia con gli uffici competenti è stato stilato ed attuato un vero e proprio piano di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che consentirà agli alunni, entro la campanella di lunedì prossimo, di iniziare l’anno scolastico in scuole rinnovate e più sicure.

Le criticità emerse durante lo scorso anno sono state quindi elaborate e risolte in base alle ovvie priorità ed alle criticità del Bilancio a disposizione.

Cubano circa 100.000 euro gli investimenti effettuati nell’estate, tra cui ricordiamo:
- Il rifacimento totale della pavimentazione della scuola elementare e media di Marinella (per un costo di circa 40.000 euro)
- la manutenzione straordinaria degli impianti elettrici, idrico sanitari e antincendio in tutti i plessi scolastici (per un costo di circa 25.000 euro)
- l’insonorizzazione aule del refettorio, l’installazione dei serramenti interni mancanti, il completamento cucina e finiture edili (per un costo di circa 35.000 euro) della scuola comunale dell’infanzia Lalli, a cui si aggiungerà un ulteriore investimento di 3mila euro per la realizzazione di una nuova tubatura per l’alimentazione della cucina.
- sistemazione dei bagni all’esterno della palestra/tensostruttura della Poggi-Carducci (in corso).

A questo dobbiamo poi aggiungere una serie di piccoli interventi effettuati con il personale interno dell’Ente, piccola ma importante manutenzione su tutti i plessi per migliorare la fruibilità delle strutture.

Non solo manutenzione, però, ma anche investimenti sul fronte del rinnovo degli arredi scolastici vetusti, tra cui: acquisto di banchi e sedie alle Poggi-Carducci (13mila euro), nuove tende per le finestre del plesso di Santa Caterina etc.
Nel frattempo il Comune ha anche stanziato altri 25.000 euro per il rinnovo dei certificati Prevenzione Incendi delle scuole di Marinella e Bradia, così da completare l’ottenimento dei titoli autorizzativi di tutti i plessi.

“Siamo riusciti a fare tutto e anche qualcosa di più, con un dispendio di risorse economiche e umane certamente notevole, ma che riteniamo doveroso nei confronti di tanti bambini e ragazzi (oltre 3.000 studenti) che hanno il diritto di avere spazi adeguati e funzionali alla loro crescita e al loro futuro – ha spiegato il Sindaco in conferenza stampa insieme ai tecnici comunali Cargioli, Donati e al dirigente ISA 13, Antonio Fini - abbiamo sfruttato la pausa estiva per attuare l'intervento e siamo soddisfatti, anche se molto resta ancora da fare. Continueremo questa attività di verifica puntuale e manutenzione, consapevoli della criticità del bilancio quanto del fatto che la scuola è l'ultima voce di spesa su cui siamo disposti a fare economie, sempre nell'ottica di una necessaria gestione amministrativa virtuosa per l'ente e per i suoi cittadini".

Per ammortizzare le spese è stato necessario accendere un mutuo da 40mila euro, mentre altri 40mila sono entrati da un contributo regionale e 24mila da variazione di bilancio.

Soddisfatto il Dirigente scolastico per la collaborazione avviata:
"Un'ottima e riuscita sinergia con l'Amministrazione in una governance diversa e più realistica. Si è ottenuto un importante risultato e le due Istituzioni lavorano con impegno ma - e ne approfitta per lanciare una richiesta di collaborazione - in questi anni di crisi serve anche un aiuto dei genitori, dei singoli cittadini e delle Associazioni, per lavori di piccolissima manutenzione e/o pitturazione - spiega - cittadini attivi per questa basilare istituzione sociale che è e deve essere un patrimonio comune".

Per le nuove Poggi-Carducci che verranno l'Amministrazione è in attesa dei fondi ministeriali, sperando che il cambio di Governo non vada ad incidere sui tempi.
Sarzana, ricordiamo, è entrata in "graduatoria 1" per i progetti più appetibili ed è al secondo posto come progetto in Liguria.
Ora si attende di conoscere la cifra destinata dal Ministero alla Regione Liguria.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Al lavoro affinchè si concretizzi prima della fine dell'attuale legislatura regionale. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Gli agenti lo hanno fermato con la refurtiva addosso. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa