Gommone rischia di affondare, la Guardia Costiera salva le persone a bordo In evidenza

Interventi anche per soccorrere alcuni bagnanti.

Lunedì, 15 Luglio 2019 22:22
Il week-end appena trascorso, caratterizzato dal bel tempo, ha fatto registrare una notevole presenza di bagnanti e diportisti lungo le coste e negli specchi acquei della nostra provincia ed alcuni interventi della Capitaneria di porto – Guardia Costiera per garantire la sicurezza della navigazione, la salvaguardia della vita in mare e la tutela dell’ambiente marino.

Nel fine settimana la Sala Operativa della Capitaneria di porto– Guardia Costiera della Spezia ha coordinato due distinti trasferimenti sanitari dalla spiaggia del Pozzale sull’isola Palmaria al Molo Italia di due bagnanti bisognosi di cure. In entrambi i casi, su indicazioni del Servizio 118, si è reso necessario il trasporto in ospedale, avvenuto con ambulanza, per accertamenti sanitari e cure mediche del caso.

Sul fronte della sicurezza della navigazione, attività prevista dalla complessa operazione “Mare Sicuro 2019”, i militari della Capitaneria di porto della Spezia, grazie ai sistemi di monitoraggio remoto della Sala Operativa, hanno contestato al comandante di una nave il superamento dei limiti di velocità massimi ammessi all’interno delle acque del Parco delle Cinque Terre, comminandogli una sanzione amministrativa di oltre duemila euro.

Nel pomeriggio di domenica, infine, una motovedetta della Capitaneria di porto – Guardia Costiera della Spezia è intervenuta, supportata da personale e mezzi dei VV.F., per prestare assistenza ad un gommone che rischiava di affondare in prossimità dello scoglio di Torre Scola. Dopo aver tratto in salvo gli occupanti del natante, i militari della Capitaneria di porto hanno coordinato, tramite la Sala Operativa, le operazioni di trasferimento a rimorchio dell’unità in darsena Pagliari, dove è stata messa a terra in sicurezza così scongiurando lo sversamento di sostante inquinanti o pericolose per l’ambiente.

La Capitaneria di porto, ribadisce l’importanza di rispettare sempre i limiti di velocità e di effettuare un’attenta preventiva verifica delle unità da diporto e delle rispettive dotazioni prima di intraprendere ogni navigazione consultando sempre le previsioni meteorologiche e, in caso di necessità, comporre il numero blu 1530 per le emergenze in mare o il numero unico per le emergenze 112, gratuiti sul tutto il territorio nazionale ed attivi 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno.

 

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Fitness, yoga, difesa personale e trattamenti olistici. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Grande successo per convegno che ha visto una forte partecipazione di avvocati da tutte le parti d'Italia Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa