Tra molte conferme e qualche saluto si delinea la Tarros 2019/2020 In evidenza

Motivi di lavoro costringono due ragazzi a lasciare il gruppo. Per completare la squadra si guarda ai giovani locali e si cercano due giocatori esperti.

Sabato, 29 Giugno 2019 14:11

Dopo quella dei due lituani Darius Kibildis e Augustas Suliauskas, sono molte altre le conferme in casa Spezia Basket Club Tarros per la stagione 2019/2020, quella del ritorno in Serie C Gold.

Continueranno, infatti, a vestire la maglia bianconera Coari, Dalpadulo, Fazio, Lauriola, Petani, Pipolo, Stackic e Steffanini, a cui aggiungere, come già annunciato, i due lituani.

Si conferma, quindi, la stragrande maggioranza della rosa, in linea con il progetto della società di un programma pluriennale di crescita che, come dimostrato dalla promozione conquistata, sta dando i propri frutti.

Se la maggior parte dei giocatori resta, due però lasciano la squadra, ma solo perchè costretti da motivi di studio e di lavoro: si tratta di Gianluca Manzini e Gianluca Garibotto.

“Ci dispiace molto che la prossima stagione non saranno più nel nostro gruppo – afferma il Direttore Sportivo Maurizio Caluri – avrebbe fatto molto piacere sia a noi che a loro che rimanessero, ma motivi di studio e di lavoro, purtoppo, non glielo permettono. A nome della società voglio ringraziarli sentitamente per tutto quello che hanno fatto con la nostra maglia e per la nostra maglia, alla quale hanno sempre dimostrato un grande attaccamento. Hanno lavorato costantemente con il massimo impegno e grande serietà e dedizione. Sono due grandi giocatori, ma prima ancora due ragazzi che stimiamo molto, sui quali abbiamo riposto una fiducia che ci hanno sempre ripagato. Dispiace molto, quindi, che per scelte di vita non possano più giocare con noi e ovviamente auguriamo ad entrambi il meglio. Spezia e la Tarros saranno sempre casa loro. Se vorranno, per loro, ci sarà posto”.

La squadra, quindi, mantiene, per ben valutata e pianificata scelta progettuale, la consolidata ossatura della scorsa stagione, alla quale aggiungere alcuni innesti, come conferma Caluri: “Vorremo inserire due giocatori esperti per affrontare la C Gold”. Ma non solo: “Stiamo guardando anche ad alcuni giovani interessanti dei vari settori giovanili spezzini”.

Anche questo, quindi, in perfetta coerenza con la filosofia Tarros di cercare di fare crescere i giovani talenti del territorio.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Spezia Basket Club Tarros

È stato uno dei volti storici della società bianconera. Leggi tutto
Spezia Basket Club Tarros
L'avventura sulla panchina bianconera è culminata con la riconquista della serie C Gold. Leggi tutto
Spezia Basket Club Tarros

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa