Le notizie dalla Diocesi In evidenza

In primo piano il cammino verso la Pasqua

Sabato, 13 Aprile 2019 18:11

Il cammino dei credenti verso la Pasqua
di Giuseppe Savoca

Il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti ha iniziato ieri pomeriggio, in cattedrale alla Spezia, le celebrazioni della Settimana Santa, presiedendo la Messa vigiliare della Domenica delle Palme, con la benedizione dei rami di palma e di ulivo presentati dai fedeli. In serata ha poi preso parte a Sarzana alla Giornata diocesana dei giovani, che si tiene ogni anno in questa occasione in luoghi diversi del territorio diocesano. Anche quest’anno saranno numerose le celebrazioni presiedute dal vescovo nel corso della Settimana Santa, ed in particolare del Triduo Sacro (da giovedì a domenica), nelle due città vescovili della Spezia e di Sarzana. Di particolare importanza, come sempre, sarà la “Messa del Crisma”, che il vescovo celebra ogni anno insieme a tutti i sacerdoti diocesani nella cattedrale di Cristo Re alla Spezia la mattina del Giovedì Santo. In questa celebrazione, che avrà inizio alle 9, il vescovo consacra gli oli santi, che verranno distribuiti in tutte le parrocchie per l’amministrazione dei sacramenti nel corso dell’anno. E’ inoltre tradizione che il vescovo ricordi durante la Messa i sacerdoti diocesani scomparsi, che negli ultimi dodici mesi sono stati quattro: anzitutto, il vescovo emerito Bassano Staffieri, e poi don Giancarlo Furno, don Andrea Cappelli, don Luigi Capitani. Saranno inoltre consegnati alcuni attestati a sacerdoti e diaconi permanenti che compiono quest’anno ricorrenze speciali del loro ministero. Giovedì, alle 18, il vescovo tornerà in cattedrale, alla Spezia, per presiedere la Messa “in Cena Domini”, con la lavanda dei piedi e con la reposizione del Santissimo. Venerdì, alle 8, monsignor Palletti presiede in Cristo Re le Lodi e l’ufficio delle Letture, ed alle 18 la celebrazione della Passione del Signore, nel giorno in cui, come è noto, non si celebra la Messa. Sabato alle 8 ancora recita in cattedrale delle Lodi e delle Letture. Alle 23, Veglia pasquale e Messa della Risurrezione, nel corso della quale il vescovo conferisce i sacramenti dell’iniziazione cristiana (Battesimo, prima Comunione e Cresima) a cinque persone adulte. Domenica, infine, solennità della Risurrezione del Signore, alle 10.30 Messa pontificale nella cattedrale della Spezia e, alle 18, nella basilica concattedrale di Sarzana.

Manifestazioni con il vescovo
Oltre alle celebrazioni solenni della Settimana Santa, di cui diamo conto nell’articolo qui a fianco, monsignor Luigi Ernesto Palletti, vescovo diocesano della Spezia – Sarzana – Brugnato, presenzia in questi giorni ad altre iniziative significative, sempre legate alla Pasqua. Questa mattina, il vescovo si trova nella città vescovile di Sarzana dove, alle 10.30, benedice i rami di palma e di ulivo nella pieve medievale di Sant’Andrea. In processione raggiunge poi, con il popolo dei fedeli, la basilica concattedrale di Santa Maria Assunta per la celebrazione della Messa solenne. Domani mattina alle 10 Palletti celebrerà la Messa pasquale all’interno dello stabilimento industriale ex Oto Melara (oggi Leonardo). Nel pomeriggio alle 15, invece, celebrerà la Messa in preparazione alla Pasqua per gli studenti del liceo scientifico “Antonio Pacinotti”. La celebrazione avrà luogo nella chiesa della parrocchia militare di Santa Barbara, che si trova a breve distanza dalla scuola. Martedì alle 15 celebrerà la Messa pasquale nelle carceri di Villa Andreino. Mercoledì il vescovo sarà poi nella sede dell’Unione cattolica artisti italiani, in via Don Minzoni 62 alla Spezia, per la cerimonia di inaugurazione della tradizionale mostra di Pasqua.

Scuola paritaria cattolica, un valore aggiunto
Si è svolto giovedì scorso alla Spezia un affollato convegno sul tema “La scuola paritaria, un bene per tutti”. Titolo quanto mai indovinato, verrebbe da dire, tanto più dopo gli interventi dei relatori e delle relatrici, dai quali è emerso come la scuola paritaria, in larghissima parte cattolica, non solo contribuisca alla crescita equilibrata dei bambini e delle bambine, venendo incontro alle molteplici esigenze delle famiglie, ma rappresenti anche un notevole risparmio per la spesa pubblica nel settore dell’istruzione. Il convegno è stato organizzato dalla Fism, la federazione italiane delle scuole materne cattoliche, il cui presidente spezzino Pierluigi Castagneto ha aperto i lavori con una documentata relazione sulla situazione della scuola paritaria cattolica in provincia della Spezia, dove quindici scuole paritarie ospitano oggi oltre millesettecento alunni. Al convegno era presente il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti, che ha portato il suo saluto, seguito da quelli del sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e del direttore scolastico provinciale Roberto Peccenini. Per il “fronte” delle scuole spezzine ha poi tenuto la sua relazione Adriana De Col, raccontando la sua esperienza di dirigente della scuola paritaria “Pia Casa di misericordia”, da sempre uno dei punti di forza dell’educazione cattolica in città. E’ seguito, molto applaudito, l’intervento di suor Anna Monia Alfieri, delle suore salesiane Figlie di Maria Ausiliatrice, che si è soffermata sulla grande sfida che le scuole cattoliche affrontano a livello nazionale per venire incontro alle richieste dei genitori e all’interesse dei ragazzi. “Un bene per tutti”, appunto, ed anche un valore aggiunto, purtroppo spesso disconosciuto se non apertamente ostacolato, nel variegato mondo educativo italiano: una vera contraddizione, con notevoli negative ricadute sul piano sociale.

Martedì la “corsa per la pace”
Anche quest’anno, dopodomani 16 aprile, si correrà per la pace nel centro storico della Spezia. Ragazzi di diverse scuole prendono parte infatti all’iniziativa delle Caritas della Liguria “Pace in corsa”, giunta alla nona edizione e destinata quest’anno in favore dei loro coetanei dello Yemen, paese arabo devastato da anni di guerra civile. In provincia della Spezia, le operatrici della Caritas hanno incontrato nelle settimane scorse circa duecento ragazzi della classi terze, quarte e quinte della scuola elementare “Giuseppe Garibaldi” di piazza Verdi, dell’istituto Madri Pie Franzoniane e dell’istituto comprensivo di Vezzano Ligure, oltre a quelli delle medie “Jean Piaget” e “Vittorio Alfieri”. In ogni classe sono state proposte due ore di gioco e di riflessione sul tema di un viaggio volto a “trasformare la corsa di una fuga nella corsa di un incontro”. Ad ogni giro, ciascun ragazzo raccoglierà l’offerta di un parente, di un amico, o data da lui stesso, magari grazie ad una piccola rinuncia. Le offerte saranno destinate al progetto “Disarmiamo la guerra – aiutiamo i bambini dello Yemen colpiti dalla guerra civile”, di Intersos, organismo in prima linea nelle emergenze umanitarie. La gara partirà, alle 9.30, da piazza del Bastione, poi via Gioberti, via del Prione, via Sforza, piazza Sant’ Agostino e rientro al Bastione. Per una volta non si correrà per arrivare primi ma per difendere i diritti di tutti i bambini, soprattutto degli ... ultimi..

Rassagna pasquale degli artisti spezzini
«La Pasqua secondo Giovanni» è il tema scelto quest’anno dalla sezione spezzina dell’Unione cattolica artisti italiani per la tradizionale rassegna di Pasqua. La mostra sarà inaugurata mercoledì 17 aprile alle 17.30, alla presenza del vescovo Luigi Ernesto Palletti, nella sede del centro culturale “Angiolo Del Santo” in via Don Minzoni 62, alla Spezia. Presenterà i lavori esposti Fabrizio Mismas. Questi gli artisti espositori: Gloria Augello, Guido Barbagli, Umberto Bettati, Antonella Boracchia, Pino Busanelli, Alfredo Coquio, Angiolo Delsanto, Umberta Forti, Giuliana Garbusi, Anna Maria Giarrizzo, Enrico Imberciadori, Mario Maddaluno, Marisa Marino, Sergio Maucci, Nina Meloni, Fabrizio Mismas, Pierluigi Morelli, Graziella Mori, Maria Pia Pasquali, Marina Passaro, Bianca Maria Patuzzo, Malia Pescara Di Diana, Maria Luisa Petri, Mirella Raggi, Rosa Maria Santarelli, Nicol Squillaci, Mema Vortice. La mostra sarà visitabile fino al 30 aprile, dal martedì al sabato, dalle 17.30 alle 19. ﷯Valerio Paolo Cremolini
Pellegrinaggio mariano a Ponzano
Q﷯uasi duecento fedeli hanno partecipato l’altro sabato al pellegrinaggio mariano del primo sabato del mese, al santuario della Madonna delle Grazie di Ponzano Madonnetta. «Stiamo entrando nel tempo cruciale della Settimana Santa – ha detto nell’omelia il vicario generale monsignor Enrico Nuti, che sostituiva il vescovo Palletti, impegnato a Genova –: nella passione, morte e risurrezione di Gesù troviamo la nostra identità», l’identità di uomini aperti alla vita che vince anche la morte. «Gesù ora è diventato pietra di inciampo», ha proseguito Nuti, a commento del Vangelo del giorno. Prima, quando compiva miracoli, veniva accolto con favore e rispetto: «ma ora si fa sempre più chiara la linea di divisione. O si aderisce al suo insegnamento o, se si rimane alla superficie, questo rimane incomprensibile e ci si difende da esso». Il Signore vuole che lo cerchiamo con onestà, come fece Nicodemo, membro della classe dirigente religiosa e civile di Israele, che invocò in favore di Gesù un elementare principio di giustizia: «La nostra Legge giudica forse un uomo prima di averlo ascoltato e di sapere ciò che fa?». Monsignor Nuti ha invitato ad affrontare le sfide attuali come Maria, che ha sempre osservato gli eventi relativi a suo Figlio, attenta ad ogni Sua parola, sapendo da chi Lo aveva ricevuto: “Maria serbava queste cose meditandole nel suo cuore”. Anche quando non comprende, Maria non vuole risolvere tutto subito, con giudizi sommari, ma, forte della promessa di Dio, attende che gli eventi si chiariscano. Così, «nel gesto pubblico del pellegrinaggio anche noi chiediamo al Signore che i nostri cuori siano illuminati dalla verità dell’amore». Nuti ha ricordato l’intenzione principale dei pellegrinaggi mensili, la preghiera per le vocazioni, in primis sacerdotali e religiose. La Messa è stata accompagnta solennemente dal coro parrocchiale.
di Francesco Bellotti

Anniversario sacerdotale
Don Slawomir Adamus ha raggiunto il traguardo di venticinque anni di sacerdozio, essendo stato ordinato alla Spezia dal vescovo Giulio Sanguineti il 9 aprile 1994. Don Adamus è originario della Polonia, dove è nato nella città di Nowa Wies. Auguri di cuore e ... “ad multos annos !”.

L’antica “pala” di Pitelli
Prosegue sino al 5 maggio al Museo diocesano della Spezia, in via del Prione 156, la mostra “Aliis Tradere. Restaurare per conservare”. Tra le opere esposte, un significato particolare lo riveste la pala d’altare di Pitelli, crocifissione cinquecentesca di grandi dimensioni che si pensa provenire dal primo luogo di culto del paese, un piccolo oratorio “campestre” eretto dagli abitanti, che da poco avevano abbandonato l’antico centro costiero “di Cento Chiavi”. Grazie al progetto culturale curato dalla Pro Loco, con la ricercatrice Linda Secoli, ed all’impegno della parrocchia e del suo parroco don Giovanni Tassano, il dipinto ha iniziato il suo cammino di “bene culturale”, con il restauro conservativo a cura di Francesca Gatti. Prezioso è stato il supporto della Fondazione Carispezia, che ha integrato i fondi già stanziati da Pro Loco e parrocchia.

Rangoni in Santa Croce
E’ stata inaugurata ieri sera a Sarzana, nell’oratorio di Santa Croce, in via Rossi, una mostra personale dell’artista sarzanese Paolino Rangoni, dedicata al tema della Via Crucis. Il tema è stato trattato da Rangoni in una serie di opere per il Museo diocesano di Vicenza. La mostra, visitabile ogni giorno dalle 17 alle 20 sino al 5 maggio, rappresenta la terza “tappa” del percorso artistico “Nel segno della Croce”, organizzato quest’anno dal Museo diocesano, sezione di Sarzana, insieme al Comune ed alla confraternita di Santa Croce.

Scuola per genitori
L’associazione “I sogni di Benedetta” organizza anche quest’anno, con il patrocinio del Comune della Spezia, una “Scuola per genitori” in collaborazione con il centro psicopedagogico di Piacenza diretto dal professor Daniele Novara. Gli incontri si terranno alla Spezia in sala Dante, dalle 20.30 alle 22.30, nei giorni di lunedì 15 aprile, lunedì 13 maggio e giovedì 23 maggio. Domani il primo incontro sarà tenuto da Fabrizio Lertora sul tema “L’equivoco del dialogo con i figli: gestire i conflitti in adolescenza”. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione con quota di partecipazione di 5 euro a persona a incontro. Per informazioni telefonare al numero 392.3081040.

Fabrizio Mismas a Oropa
Lo scultore Fabrizio Mismas. già presidente degli artisti cattolici spezzini, è stato inserito ad Oropa tra i nove artisti selezionati per la fase finale del concorso “Due corone per le statue della Vergine Maria e del Bambin Gesù”, promosso nell’ambito delle iniziative per la quinta incoronazione centenaria della “Madonna di Oropa”, prevista nel 2020 al celebre santuario piemontese. I progetti andranno consegnati all’inizio dell’autunno ed il 21 novembre 2019 avverrà la proclamazione del vincitore del concorso.

Chiusura uffici di Curia
La Curia vescovile comunica che nel periodo delle festività pasquali gli uffici di via Don Minzoni 64 alla Spezia saranno chiusi da giovedì 18 aprile sino a lunedì 22. Riapriranno martedì 23 aprile.

 

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Diocesi

Le notizie della Diocesi

Domenica, 21 Aprile 2019 09:04 comunicati-religiosi
Fatti, appuntamenti e approfondimenti. Leggi tutto
Diocesi
Le parole di Monsignor Luigi Ernesto Palletti. Leggi tutto
Diocesi

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa