L’identikit del restauratore italiano ed i numeri tra la Spezia e Carrara In evidenza

Intervento di Paola Orsolon (Confartigianato Restauro) al convegno sul futuro del restauro.

Giovedì, 21 Marzo 2019 09:27

 

Venerdì 22 marzo ore 09.00 presso la Camera di Commercio di Carrara si terrà il convegno dal titolo “Quale futuro per il restauro”. Per l'occasione nel consesso toscano patrocinato dal Comune di Carrara, dalla Regione Toscana ed altri enti parteciperà la Coordinatrice di Confartigianato Restauro Paola Orsolon, restauratrice, che illustrerà i dati percentuali di professionisti presenti nei territori concentrandosi sulla provincia di Massa Carrara e La Spezia, di quanti di questi sono iscritti con codice Ateco 90.03.02 in Camera di Commercio e cioè come restauratori di beni culturali.

“E' senza dubbio un primo risultato – spiega la Presidente Paola Orsolon - un elenco di professionisti abilitati secondo il bando mibact 2015. Ad oggi i restauratori qualificati sono 6.163 mentre i Laureati Conservazione e Restauro Beni Culturali (classe LMR/02) qualificati sono 822 per un totale di 6.985”.

Interessante del suo studio l'approfondimento sulla Regione Liguria 160 professionisti abilitati restauratori per le 4 provincie di cui 164 iscritte in camera di commercio col codice ateco 90.03.02 (ad Imperia son di più dei professionisti restauratori ma possono essere anche collaboratori iscritti in CCIAA). L'80% delle competenze dichiarate sono concentrate in 4 settori di competenza: materiali lapidei, musivi e derivati; superfici decorate dell’architettura; manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture.

“E' importante evidenziare anche l'identikit del restauratore – prosegue la Orsolon - la presenza femminile è quadrupla rispetto al genere maschile. 2.669 qualificati restauratori sono nati tra il 1955 ed il 1969 pari al 43% del totale restauratori con età attuale dai 64 ai 50 anni quindi significa che nei prossimi 10/15 anni molte di queste figure usciranno dal mondo del lavoro. Le nuove leve saranno in grado e in numero sufficiente a coprire la domanda di restauratori in Italia? Le esperienze dei professionisti che andranno in pensione andranno perse oppure potrebbero essere utilizzare le loro competenze per l'insegnamento alle nuove leve? Nella stessa giornata vi sarà un ulteriore intervento da parte mia e del gruppo di lavoro di Palazzo Rosso in Carrara: Arch. Stefano Calabretta, Arch. Corrado Lattanzi, Ing. Andrea Cerchiai, Ing. Giulio Baiardi, Geol. Emanuele Sirgiovanni".

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Confartigianato

Via Fontevivo, 19
19125 La Spezia
Tel: 0187 286611

Email: segreteria@confartigianato.laspezia.it

www.confartigianato.laspezia.it/

Ultimi da Confartigianato

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa