Targa prova: in attesa della decisione del Consiglio di Stato sospese le procedure sanzionatorie In evidenza

I timori di Confartigianato Autoriparazione nel caso venisse confermata l'interpretazione del Ministero dell'Interno.

Venerdì, 01 Giugno 2018 14:19
Confartigianato Autoriparazione con riferimento alla problematica relativa alla targa prova e alle recenti, restrittive disposizioni da parte del Ministero dell’Interno, informa che, a seguito dei ripetuti interventi di Confartigianato Autoriparazione per ottenere una favorevole, definitiva interpretazione circa la possibilità di utilizzo della targa da parte delle imprese del settore ai fini dell’espletamento della propria attività, è stato raggiunto un importante risultato.

I Ministeri dell’Interno e delle Infrastrutture e Trasporti, tenendo conto delle criticità manifestate che si sono verificate sul territorio e che hanno gravemente penalizzato l’attività di migliaia di imprese del settore, hanno richiesto un parere al Consiglio di Stato per dirimere la controversa questione che vede difformi comportamenti da parte della Polizia Stradale contraria all’utilizzo della targa prova sui veicoli già immatricolati, rispetto alla Motorizzazione Civile favorevole alla prassi che consente l’utilizzo della targa stessa.

“L'Associazione grazie alle segnalazioni di officine e autosaloni – spiegano Giovanni Bertoli, Presidente Confartigianato Autoriparazione e Nicola Carozza, Responsabile sindacale Confartigianato – ha coinvolto la Confartigianato Nazionale e la Prefettura della Spezia evidenziando che se dovesse essere confermata l'interpretazione diffusa dal Ministero dell'Interno un intero comparto in Italia che tratta auto usate sarebbe seriamente compromesso vedendo lievitare enormemente i propri costi di gestione. L'autorizzazione per la circolazione di prova, se usata correttamente, è uno strumento essenziale ed indispensabile per autoriparatori e autosaloni che vendono auto. Come previsto dalla Circolare n. 4699/M363 del 4/2/2004 sul veicolo in circolazione di prova deve essere presente il titolare dell’autorizzazione o un suo dipendente munito di apposita delega o un soggetto in rapporto di collaborazione funzionale con il titolare dell’autorizzazione stessa. Sul veicolo in circolazione di prova può prendere posto anche il personale addetto alle operazioni di prova, se questa avviene per fini tecnici, ovvero gli eventuali acquirenti, se il veicolo viene fatto circolare a scopo di dimostrazione per la vendita”.

In attesa della decisione del Consiglio di Stato sono state diramate ieri (30/5/2018) dal Ministero dell’Interno nuove istruzioni ai propri Compartimenti per riconfermare le disposizioni impartite dal Ministero Infrastrutture e Trasporti a favore dell’utilizzo della targa prova e per sospendere le procedure sanzionatorie nei confronti delle imprese del settore che operano secondo la prassi consolidata.

La problematica continuerà ad essere oggetto di massima attenzione da parte di Confartigianato Autoriparazione affinché possa giungere alla positiva e definitiva soluzione.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Confartigianato

Via Fontevivo, 19
19125 La Spezia
Tel: 0187 286611

Email: segreteria@confartigianato.laspezia.it

www.confartigianato.laspezia.it/

Ultimi da Confartigianato

La fiera organizzata dal Comune di Varese Ligure e Confartigianato si riempie di turisti Leggi tutto
Confartigianato
Il Reddito di Cittadinanza è un sussidio destinato alla fascia di popolazione che si trova sotto la soglia della povertà assoluta, che in base alla definizione dell'Istat ha a disposizione… Leggi tutto
Confartigianato

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa