Alternanza scuola - lavoro, Confindustria respinge le accuse di lavoro nero e sfruttamento In evidenza

La riflessione di Confindustria dopo l'incidente occorso ad un ragazzo.

Martedì, 10 Ottobre 2017 17:57

Confindustria La Spezia ritiene di esprimere il proprio parere sul tema dell’alternanza scuola lavoro a seguito del dibattito apertosi successivamente a quanto accaduto ad una storica azienda associata, che da sempre svolge la propria attività in maniera corretta e trasparente nel rispetto delle norme di legge.

 

Confindustria La Spezia non accetta che si speculi sull’incidente avvenuto per demonizzare l’accoglienza e formazione che le aziende danno agli studenti in alternanza scuola lavoro e non accetta l’accusa di sfruttamento e di lavoro nero.

L’alternanza scuola lavoro per le aziende costituisce un grosso impegno, in quanto nell’azione formativa devono affiancare i ragazzi con lavoratori esperti distogliendoli dalle loro mansioni principali.

Ovviamente tali percorsi formativi, svolgendosi in ambiti produttivi, devono indurre anche gli allievi ad un rigoroso rispetto delle norme in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’alternanza scuola-lavoro ha un ruolo strategico come strumento per assicurare ai giovani studenti opportunità di apprendimento sempre migliori ed offrire, al contempo, una formazione professionale di qualità per tutti.

Ecco perché Confindustria La Spezia affianca le proprie aziende in questi progetti che garantiscono percorsi formativi di qualità finalizzati all’acquisizione di competenze tecniche e trasversali fondamentali per tutti i giovani studenti, indipendentemente dai loro interessi lavorativi futuri, ciò al fine di creare skill professionali utili al settore manifatturiero locale e non solo.

Le aziende nei percorsi formativi forniscono adeguata formazione sulla sicurezza facendo così comprendere ai giovani ospitati quanto sia determinante, nello svolgimento dell’attività professionale, il rispetto delle regole.

Dobbiamo anzi rilevare che il sistema italiano debba essere ulteriormente modificato traguardando il modello tedesco che vede la presenza di due tipologie di alternanza scuola-lavoro: quella formativa e quella lavorativa.

Tale sistema rappresenta un importante caso di “concertazione istituzionale e sociale” che prevede la realizzazione di due percorsi di alternanza scuola-lavoro: l’alternanza formativa ed il sistema duale basato sull’apprendistato, sui generis, organizzato in due luoghi di formazione: la scuola e l’azienda.

L’obiettivo auspicato è di fornire ai nostri giovani un’ampia preparazione professionale di base, nonché le conoscenze e le abilità tecniche necessarie per svolgere un’attività professionale qualificata nella speranza di avvicinare in futuro i dati del tasso di disoccupazione giovanile tedesco pari, per l’anno in corso, al 3,9%.

 

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Confindustria La Spezia

Gli industriali spezzini auspicano che vengano portati a compimento gli investimenti previsti per il potenziamento del sito produttivo del Muggiano. Leggi tutto
Confindustria La Spezia
"Opera strategica, si proceda velocemente". Leggi tutto
Confindustria La Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa