Regione, adottato registro aziende responsabili

GENOVA. Diffondere la cultura della sicurezza, migliorare le condizioni di lavoro e la possibilità di conciliare lavoro e famiglia, favorire il rispetto ambientale per una crescita sostenibile del sistema economico regionale.

Lunedì, 28 Maggio 2012 14:24
Sono questi i principali obiettivi del registro ligure dei datori di lavoro socialmente responsabili che è stato presentato questa mattina dall'assessore regionale al lavoro Enrico Vesco. Il progetto portato avanti dalla Regione Liguria in collaborazione con l'Agenzia Liguria lavoro e con il coinvolgimento diretto di rappresentanti delle pubbliche amministrazioni, delle parti datoriali e delle organizzazioni sindacali, partirà in via sperimentale a giugno. La sperimentazione durerà sei mesi dopo i quali la Giunta approverà il modello definitivo con le premialità, il regolamento e il soggetto gestore. In questo arco di tempo saranno organizzati incontri nelle quattro province liguri, grazie anche alla collaborazione di Unioncamere Liguria, per agevolare aziende e pubbliche amministrazioni che intendono iniziare il percorso di iscrizione al Registro. "Il Registro – spiega l'assessore regionale al lavoro Enrico Vesco – è stato impostato come un processo dinamico di autovalutazione che le aziende e gli Enti pubblici possono intraprendere per migliorare le loro strategie e la loro gestione in un'ottica di responsabilità sociale". Saranno cinque le aree di valutazione per le imprese private: governo dell'organizzazione, ambiente di lavoro, mercato, ambiente e comunità locale. Per quanto riguarda le pubbliche amministrazioni la valutazione verrà effettuata su: rendicontazione e trasparenza, valorizzazione del capitale umano, tutela ambientale e gestione sostenibile, relazione con i fornitori. Il Registro dei datori di lavoro responsabili, una novità a livello italiano, è previsto dalla legge regionale 30 del 2007 sulla sicurezza e la qualità del lavoro per portare alla luce e premiare i comportamenti socialmente responsabili dei datori di lavoro privati e pubblici. "Per la prima volta – continua Vesco – si vuole diffondere il tema della responsabilità sociale in forma integrata per il settore pubblico e quello privato". A partire già da domani attraverso l'apposito sito www.responsabilitasocialeinliguria.it, imprese private ed Enti pubblici, potranno accedere ad un software gratuito per effettuare la propria candidatura e iscrizione al registro, inserire tutti i documenti che provano le azioni di responsabilità sociale effettuate, trovare informazioni e finanziamenti sui bandi e scambiarsi buone pratiche. Per valorizzare il percorso compiuto come datore socialmente responsabile, verrà rilasciato un logo realizzato dagli studenti del corso di disegno industriale della Facoltà di architettura di Genova. I vantaggi per le imprese che diventeranno socialmente responsabili, oltre al ritorno d'immagine legato agli aspetti etici, un supporto per accedere gli appalti pubblici, sgravi fiscali sull'Irap e sull'addizionale Irpef e percorsi agevolati nell'accesso al credito. L'iscrizione al Registro dura un anno, al termine del quale, occorre nuovamente verificare il mantenimento della posizione.

La Regione ha messo inoltre a disposizione, attraverso un bando regionale, 150.000 euro per sostenere micro, piccole e medie imprese che adottano subito comportamenti socialmente responsabili. Dal 1 luglio al 31 ottobre aziende private e soggetti pubblici potranno presentare domanda per ottenere un finanziamento fino a 12.000 euro per la copertura delle spese sostenute per realizzare interventi di responsabilità sociale, relativi alla trasparenza, al personale, alla tutela ambiente e alla gestione sostenibile. Le domande dovranno essere inviate a Filse, la finanziaria regionale. Il contributo potrà raggiungere il 70% delle spese ammissibili. Tutte le informazioni sono sul sito della Regione Liguria all'indirizzo www.regione.liguria.it alla voce "Bandi del lavoro e della formazione" o su "scuola formazione e lavoro" e sul sito di FILSE alla voce bandi.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...
Regione Liguria

Piazza De Ferrari, 1
16121 Genova
tel. +39 010 54851

 

www.regione.liguria.it

Ultimi da Regione Liguria

Nelle ultime 24 ore somministrate oltre 6.200 dosi. Leggi tutto
Regione Liguria
Ripresa trainata dalle esportazioni dei prodotti alimentari. Leggi tutto
Regione Liguria

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa