Sentiero SVA, mitigazione rischio idrogeologico: il progetto pilota entra nella fase conclusiva In evidenza

Prosegue il progetto pilota di mitigazione del rischio idrogeologico sul sentiero SVA (ex n.2) da Corniglia a Vernazza avviato dal Parco su richiesta del Comune di Vernazza e con la supervisione del Centro Studi Rischi Geologici.

Mercoledì, 03 Febbraio 2016 21:58

L'Ente Parco nei giorni scorsi ha consegnato al Comune di Vernazza il progetto definitivo dell'intervento di ripristino della funzionalità del versante in località Macereto.
Entra così nella fase terminale il primo progetto pilota di mitigazione del rischio idrogeologico realizzato dal Parco a seguito della richiesta del Comune di Vernazza di supporto tecnico finanziario per la realizzazione dello studio e l'individuazione di interventi propedeutici alla riapertura del sentiero.
Il tratto escursionistico in questione, interessato da una serie di eventi franosi che ne avevano imposto la chiusura al transito nell'autunno 2014, è stato oggetto di operazioni di disgaggio e ripristino di reti paramassi e di approfondite indagini geologiche e geomeccaniche dirette all'elaborazione di un nuovo approccio metodologico basato non più sull'intervento puntuale bensì su strategie di ambito di bacino con particolare attenzione alla regimazione della acque.


Il progetto, con la supervisione degli esperti del Centro Studi Rischi Geologici del Parco, consiste in un insieme sistemico ed integrato di opere che riguardano: il recupero e il miglioramento della canalizzazione; lo smaltimento delle acque di ruscellamento superficiale; la corretta regimazione delle acque proveniente dalla parte alta del bacino; la rimodellazione del muro in pietra a monte del sentiero SVA per consentire il naturale deflusso delle acque; il completamento delle opere di protezione passiva integrando le reti corticali in aderenza e la barriera paramassi esistenti e installando una nuova barriera paramassi certificata più a monte; la creazione di una piccola passerella in legno e un pozzo drenante per assicurare la percorribilità in sicurezza del sentiero in corrispondenza del tratto in esame.


L'approvazione del progetto definitivo, a firma del geologo Gabriele Palummo, e l'esecuzione dei lavori saranno a cura del Comune di Vernazza, con il finanziamento dell'Ente Parco per una somma di euro 346.292,69, suddiviso in due lotti di euro 197.292,96 e euro 148.292,96

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Parco Nazionale delle Cinque Terre

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa