Da gennaio Oto Melara spa non esisterà più: avviate le procedure per l’incorporazione in Finmeccanica In evidenza

Il 19 novembre 2015 le RSU e le Segreterie Territoriali e Nazionali di Fim, Fiom e Uilm si incontreranno a Roma, presso la sede di Confindustria, con Finmeccanica, per l'incontro previsto dall'art. 47 della legge 628/90, con oggetto l'incorporazione di Oto Melara spa in Finmeccanica spa.

Venerdì, 13 Novembre 2015 21:45


In pratica scomparirà l'azienda Oto Melara così come la conosciamo da 110 anni e lo stabilimento spezzino diventerà uno degli oltre 50 di Finmeccanica. Il marchio Oto Melara continuerà a identificare i prodotti dello stabilimento spezzino, che l'hanno reso famoso nel mondo per i sui prodotti leader, in particolare per le artiglierie navali e terrestri e, negli ultimi anni, anche per il munizionamento intelligente e per la robotica.

Finmeccanica ha presentato, a valle dell'ultimo consiglio di amministrazione, la struttura della nuova società, che sarà formata da quattro settori e sette divisioni. Oto Melara, assieme alla Wass di Livorno, formerà la divisione "Sistemi di Difesa" guidata dall'attuale A.D. di Oto Melara Roberto Cortesi.

In quella sede la Uilm chiederà di conoscere il piano industriale dell'azienda ed in particolare delle divisioni che verranno create, per avere chiarezza sulle prospettive industriali ed occupazionali dei vari stabilimenti.

Per il Segretario Generale della Uilm della Spezia, Graziano Leonardi, "è importante conoscere quali sono le idee di sviluppo del sito Oto Melara. Fino ad ora Finmeccanica ha operato sul piano finanziario, portando i primi risultati positivi per i bilanci del Gruppo, ma è importante conoscere le prospettive a medio e lungo termine". Leonardi aggiunge, inoltre che "siamo preoccupati per l'acquisizione di ordini di Oto Melara che negli ultimi tre anni è calata decisamente, mentre per l'anno che sta finendo attendiamo ancora dal Governo il saldo degli ultimi 34 VBM Freccia prodotti per le nostre Forze Armate, che se non viene sbloccato in tempi rapidi, rischia di produrre un vuoto sui carichi di lavoro con conseguente rischio di ricorso ad ammortizzatori sociali".

In parallelo prosegue la trattativa, sempre presso la Confindustria di Roma, per l'armonizzazione di tutti i trattamenti normativi ed economici di tutte le aziende del Gruppo che da gennaio faranno parte della cosiddetta One Company, come l'A.D. Moretti definisce questa nuova realtà industriale.
La trattativa si presenta estremamente difficoltosa; nei primi tre mesi non si sono ancora conclusi i primi due dei nove temi in discussione. In particolare sul premio di Risultato, che serve a premiare i lavoratori ed a redistribuire risorse economiche a fronte di utili creati dall'azienda, si sono riscontrate le maggiori distanze tra l'azienda e il sindacato, a causa della difficoltà di raggiungimento degli obiettivi proposti da Finmeccanica.

Per il Segretario Generale della Uilm della Spezia, Graziano Leonardi, "i lavoratori Oto Melara faticano a comprendere il motivo per il quale Finmeccanica stia attuando una politica di riduzione dei trattamenti sia normativi che economici per un'azienda che, negli ultimi dieci anni, ha una produttività ed una redditività di assoluta eccellenza, raggiungendo valori quasi tripli alla media delle aziende Finmeccanica. Non si può far pagare ai lavoratori errori gestionali dei precedenti
gruppi dirigenti del Gruppo. I lavoratori della Oto Melara si sono sempre distinti per impegno e professionalità e questo deve continuare ad essere riconosciuto".

 

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
UIL

Via Aulo Flacco Persio, 35
19121 La Spezia

Tel. 0187738956
Email: csplaspezia@uil.it

 

www.uillaspezia.it/

Ultimi da UIL

Il Segretario regionale UIL è intervenuto in Commissione consiliare. Leggi tutto
UIL
Indetto da Filt Cgil – Fit Cisl - Uiltrasporti. Previsti anche presidi davanti alle Prefetture e ai varchi portuali. Leggi tutto
UIL

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa