Stampa questa pagina

Cinghiali, Parco Cinque Terre: "Situazione preoccupante, così si vanifica il nostro lavoro" In evidenza

Il mancato raggiungimento del previsto tetto di abbattimento di ungulati nella provincia spezzina costituisce elemento di preoccupazione per il Parco nazionale delle Cinque Terre.

Martedì, 07 Gennaio 2014 15:22
L'ente presieduto da Vittorio Alessandro, nell'anno appena trascorso, ha svolto un'attenta e riuscita campagna di selezione dei cinghiali, a tutela delle coltivazioni e dei muretti a secco. Attività che rischiano di essere vanificate se nell'area prossima al Parco non si raggiunge un adeguato livello di protezione dall'azione distruttiva degli ungulati. L'Ente Parco confida pertanto, nell'imminente futuro, in più penetranti interventi di contrasto.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Parco Nazionale delle Cinque Terre

Il tratto REL n. 531, storica via di collegamento verticale tra Riomaggiore e Manarola, da oggi torna ad essere fruibile a seguito di interventi straordinari di recupero. Leggi tutto
Parco Nazionale delle Cinque Terre

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa