Inaugura alla Spezia "l'Emporio della Solidarietà" In evidenza

In anticipo sulla Giornata Mondiale della Lotta contro la Povertà, che si tiene ogni anno il 17 ottobre, si inaugura oggi alla Spezia l'Emporio della Solidarietà, un supermercato dove persone e nuclei familiari in condizioni di difficoltà economica e sociale potranno reperire gratuitamente prodotti di prima necessità.

Mercoledì, 16 Ottobre 2013 16:02

L'Emporio della Solidarietà è un progetto promosso da Fondazione Carispezia, Distretti sociosanitari n. 18 La Spezia-Lerici-Portovenere, n. 19 Val di Magra, n. 17 Riviera e Val di Vara e Caritas Diocesana della Spezia, Sarzana e Brugnato.

 

Sono intervenuti:
Matteo Melley, Presidente della Fondazione Carispezia; Massimo Federici, Sindaco della Spezia; Giuseppe Forlani, Prefetto della Spezia;
Umberto Galazzo, Vice presidente del Distretto n. 19 Val di Magra; Mons. Luigi Ernesto Palletti, Vescovo della Diocesi La Spezia-Sarzana-Brugnato;
Don Luca Palei, Direttore della Caritas Diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato.

L'Emporio nasce come risposta concreta all'insorgere di nuove condizioni di povertà che coinvolgono sempre più persone e famiglie del territorio e prende a modello esperienze già consolidate in altre città italiane. Il servizio sarà gestito da Caritas attraverso la cooperativa La Piccola Matita Onlus nel locale di via Gramsci 276, di proprietà dell'Ente Fondazione S. Venerio, ristrutturato e allestito con il contributo della Fondazione Carispezia.
Oltre a questo spazio, l'Emporio avrà anche un magazzino per lo stoccaggio dei prodotti in un locale messo a disposizione dalla Marina Militare Italiana.

Nell'Emporio, oltre ai volontari di Caritas, lavoreranno quattro persone selezionate da un'apposita commissione tra i nominativi proposti dai Distretti sociosanitari, remunerati attraverso voucher finanziati dalla Fondazione, che per questa iniziativa ha destinato complessivamente 100.000 euro. I lavoratori saranno affiancati da esperti del settore della grande distribuzione che metteranno a disposizione la loro esperienza come volontari.

Il periodico approvvigionamento dei prodotti sugli scaffali dell'Emporio sarà garantito dalla Fondazione, dai Distretti sociosanitari e dalle associazioni del Terzo Settore con la promozione di raccolte alimentari nel territorio provinciale. L'Emporio conta infatti sulla collaborazione di numerose realtà che svolgono analoghi interventi nella provincia spezzina, in un'ottica di coordinamento degli interventi e ottimizzazione delle risorse. Il progetto si pone l'obiettivo di costituire un primo nucleo di una possibile Fondazione di Comunità, legato all'intervento in favore dei più bisognosi.

All'iniziativa ha dato la sua adesione, sin da subito, anche la Società Spezia Calcio, con la presenza nel giorno dell'inaugurazione di due giocatori, Martino Borghese e Francesco Migliore.
Per il suo funzionamento e la sua sostenibilità, l'Emporio avrà infatti bisogno del fondamentale sostegno di privati cittadini, di aziende e di sponsor solidali che potranno contribuire con donazioni in denaro, in prodotti e aiuto volontario, creando una rete di solidarietà. A tal fine, sabato 26 ottobre, su iniziativa degli Enti promotori e grazie al coinvolgimento di oltre 250 volontari appartenenti a enti e associazioni del Terzo Settore, sarà organizzata una Giornata di Raccolta Alimentare: in tutti i supermercati aderenti all'iniziativa sarà possibile acquistare prodotti di prima necessità da donare all'Emporio.

L'Emporio della Solidarietà offrirà un aiuto temporaneo a persone e nuclei familiari italiani e stranieri, residenti o domiciliati in provincia, in condizioni di reale difficoltà e disagio familiare, lavorativo, economico e/o sociale.
Per accedere al servizio - che sarà attivo dal 28 ottobre per tre mattine alla settimana - è necessario rivolgersi ai centri di ascolto parrocchiali, ai centri di ascolto Caritas, ai servizi sociali comunali e agli enti del Terzo Settore che collaborano al progetto. Dopo aver verificate le necessità dei richiedenti, saranno consegnate card personali a punti precaricate con cui si potranno acquistare i prodotti. All'interno del supermercato saranno garantiti generi di prima necessità, quali pasta, riso, farina, zucchero, sale, latte a lunga conservazione, carne in scatola, olio extravergine di oliva, tonno, legumi, pelati, biscotti, olio di semi di mais, patate e mele confezionate, grana padano confezionato, marmellata, omogeneizzati, pannolini per bambini. Sarà possibile accedere all'Emporio per un massimo di 12 mesi in quanto obiettivo principale del servizio è offrire una possibilità concreta per superare una situazione di crisi temporanea e promuovere autonomia e crescita attiva.
In questa prima fase di avviamento l'Emporio potrà servire oltre 500 beneficiari, tra persone e famiglie.

Si ringraziano per la collaborazione al progetto: Marina Militare Italiana, Pubbliche Assistenze territoriali di Ceparana, Lerici, Luni, Sarzana e S. Stefano di Magra, Forum Terzo Settore, Vivere Insieme, Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale della Spezia, il Tavolo delle Povertà con tutte le associazioni aderenti, Basko, Conad e Sigma per il contributo nell'allestimento del supermercato, Spezia Calcio, le aziende Sun-Times, Gab, OC Grafica, i punti vendita e i supermercati aderenti alla Giornata di Raccolta Alimentare del 26 ottobre.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Fondazione Carispezia

Via Domenico Chiodo, 36
19121  La Spezia
Tel.  +39 0187.77231
Fax +39 0187.772330
Email: segreteria@fondazionecarispezia.it

www.fondazionecarispezia.it

Ultimi da Fondazione Carispezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa