Stampa questa pagina

Due cittadini recuperano il sentiero del Bozo del Lino In evidenza

L’area è stata oggetto di sfalcio e installazione di cartelli informativi, in italiano e in inglese.

Sabato, 28 Novembre 2020 20:30
Recuperato il sentiero del Bozo del Lino Recuperato il sentiero del Bozo del Lino Pagina Facebook assessore Claudia Gianstefani

Il sentiero del “Bozo del Lino” torna al suo splendore e si arricchisce di nuovi elementi.

La storica via comunale che collega via Militare a via Canarbino è stata oggetto di un intervento di sfalcio, che ha liberato il percorso, e di installazione di cartelli informativi, in italiano e in inglese.
Autori di questa azione sono stati due cittadini, Paolo Sandalli e Daniela Andrian, mossi da un forte amore per il territorio.

"L’Amministrazione comunale e tutta la comunità lericina desiderano ringraziare Paolo e Daniela per questo gesto di grande amore per il territorio, grazie al quale è stato recuperato un sentiero prezioso, sia dal punto di vista paesaggistico che storico – commenta l’assessore all’Ambiente, Claudia Gianstefani -. Oggi il sentiero è nuovamente a disposizione per escursioni tra castagni, lecci, querce, intervallati da meravigliosi scorci sul Golfo, e tanta storia locale. Un importante esempio di cittadinanza attiva, mossa da un amore profondo per il proprio territorio".

Il tracciato si separa da via Militare all'altezza della località Martino e incontra, a circa 400 mt, il fosso del Martino. Qui il sentiero si fa leggermente più ripido e si congiunge a via Canarbino. Il nome ha origine dalle pozze ("bozi" in dialetto), utilizzate anticamente per la macerazione delle piante di lino che nelle nostre zone venivano coltivate; la preziosa fibra veniva poi trasportata via mare verso le località manifatturiere.

“La nostra azione è stata mossa da senso civico e dall’amore che nutriamo per la natura – spiega Paolo Sandalli -. In questo periodo di emergenza, in cui si deve restare il più possibile a casa, abbiamo ritenuto ancora più importante restituire questo sentiero alla collettività, permettendo alle persone di usufruire di un luogo bellissimo, all’aria aperta e dove è possibile mantenere le distanze con facilità”.

Dopo un primo sopralluogo, è stato organizzato un intervento di rimozione dei rifiuti presenti nel tracciato e, nei giorni scorsi, grazie al supporto volontario di Riccardo Virdis dell'Associazione Nowhereland e di Gianpaolo Milia della cooperativa Ma.Ris., si è provveduto alla rimozione del materiale, restituendo così all'area il decoro che merita.

"Mi sorprendo ancora di dove possa arrivare l'inciviltà: bottiglie, cassette di plastica, una batteria, un cestello della lavatrice, videogame e altri piccoli rifiuti sono il "bottino" che abbiamo recuperato lungo il tracciato – aggiunge la Gianstefani-. Materiale presente da tempo immemore che si era ormai integrato con la vegetazione. Lo sconcerto è però compensato dalla speranza di una comunità sempre più consapevole e desiderosa di dare un fattivo contributo al proprio territorio. Durante le operazioni, infatti, diversi escursionisti hanno dato la loro disponibilità per partecipare a interventi analoghi sul territorio. Questo mi dà estrema soddisfazione e mi rende orgogliosa della comunità lericina".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comune di Lerici

Piazza Bacigalupi, 9
19032 Lerici
Tel. 0187 960213

Email: urp@comune.lerici.sp.it

www.comune.lerici.sp.it/

Ultimi da Comune di Lerici

I soggetti colpiti e le loro famiglie possono contattare il numero verde nazionale dedicato per trovare soluzioni sociali, psicologiche e informative. Leggi tutto
Comune di Lerici
I cittadini dovranno attendere la telefonata del Comune. Leggi tutto
Comune di Lerici

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa