Riprende il mare la nave scuola Palinuro In evidenza

Ha lasciato il porto della Spezia per un’attività addestrativa che la porterà nel Mar Adriatico.

Giovedì, 24 Settembre 2020 19:08
La nave scuola Palinuro La nave scuola Palinuro

 

La goletta della Marina, dopo aver navigato nel Mar Tirreno, parteciperà a Napoli alla Naples Shipping week, e dopo aver attraversato lo stretto di Messina giungerà a Trieste in occasione della 52esima edizione della Barcolana, l’evento sportivo noto come la regata più grande del mondo.

A seguire, in fase di rientro, toccherà alcuni porti dell’Adriatico per poi fare ritorno a La Spezia all’inizio del prossimo mese di novembre.

Nel pieno rispetto dei requisiti di sicurezza legati al contrasto della diffusione del COVID-18, il Palinuro non sarà aperto al pubblico durante le sue soste in porto.

Sarà tuttavia visibile in ogni possibile occasione di passaggio ravvicinato nei luoghi di particolare interesse della costa del nostro amato Paese.

 

Nave scuola Palinuro

Nave Scuola Palinuro è una “Nave Goletta”. Il termine indica che la nave è armata con tre alberi di cui quello prodiero, detto trinchetto, è armato con vele quadre, mentre gli alberi di maestra e di mezzana sono armati con vele di taglio (rande, frecce e vele di strallo). A questi alberi si aggiunge il bompresso, un quarto albero che sporge quasi orizzontalmente dall’estremità prodiera, anch’esso armato con vele di taglio (fiocchi). La superficie velica complessiva è di circa 1.000 mq., distribuiti su quindici vele. L'altezza degli alberi sul livello del mare è di 35 metri per il trinchetto, 34,5 metri per la maestra e di 30 metri per l’albero di mezzana. Lo scafo, così come gli alberi, è in acciaio chiodato ed è suddiviso in tre ponti. Sotto il ponte principale (detto di coperta) sono ubicati i locali di vita dell’equipaggio e degli Allievi , mentre sopra sono collocate le sovrastrutture del castello prodiero e del cassero poppiero. Sul cassero, all’estrema poppa, è situata la Plancia di Comando, invece al suo interno sono ubicati gli alloggi e i locali di vita degli Ufficiali e dei Sottufficiali, la cucina e il forno.

Durante la sosta lavori di Prolungamento Vita Operativa (PVO), iniziata a ottobre 2013 e terminata ad aprile 2016, è stata data particolare attenzione all’implementazione delle più moderne tecnologie volte alla massima efficienza energetica e alla riduzione dell’impatto ambientale della Nave.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Marina Militare

Più confortevoli ed adeguate alle diverse stagioni. Leggi tutto
Marina Militare
Dopo 3000 miglia di navigazione gli aspiranti guardiamarina della 3^ Classe concludono il periodo formativo sulle unità a vela minori della Marina. Leggi tutto
Marina Militare

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa