"Libri, diete e primavera", l'alpinismo lento al tempo del Coronavirus In evidenza

Sui social di Mangia Trekking arrivano proposte per mantenersi in forma, sia fisicamente che mentalmente.

Domenica, 22 Marzo 2020 07:10

Alpinismo Lento per stare in casa. Sembra un ossimoro, ma invece si dimostra ogni giorno che passa, sempre più, un’attività positiva. Promosso dal Parco Nazionale delle Cinque Terre e dell’Appennino Tosco Emiliano, nonché dal Parco Regionale di Porto Venere e dal Parco Regionale di Montemarcello Magra Vara, il progetto “fare e conoscere” come stare in casa al tempo del Coronavirus, continua a richiamare tanti argomenti ed immagini.

Giungono da ogni parte sui social del Mangia Trekking, e l’associazione, per contribuire a svolgere un servizio di evasione e d’interesse per tutti, con il concorso di autorevoli giornali, provvede a divulgare. Si tratta di argomenti e suggerimenti che permetteranno anche di essere ancora più preparati, sia dal punto di vista fisico che culturale, quando sarà possibile tornare sulle vie sentieristiche.

A tal proposito Monica Botto propone diverse letture inerenti le peculiarità ambientali e storico culturali dei territori, le quali, evidenzia si connettono benissimo con i valori dell’Alpinismo Lento. Un libro proposto è “Lunigiana Ignota” di Carlo Caselli (Guastalla nel Reggiano – 1861), si tratta di un testo che descrive il territorio ed un viaggio, effettuato nel 1930, tra la Val di Vara e la Lunigiana, che ha poi ispirato ai fondatori di Mangia Trekking, la stessa pratica sportivo-culturale.

Fiorella Poloni da Roncade di Treviso e Lidia Secco di La Spezia dibattono circa le possibili future iniziative e la dieta necessaria per restare in forma, mentre viene obbligatoriamente ridotta l’attività fisica. Disquisiscono anche fra dieta vegetariana e vegana, dove “i vegetariani” si cibano con verdure e frutta, uova, latticini, mentre “i vegani” eliminano dalla loro dieta tutto ciò che è di origine animale, anche il miele.

Intanto con l’arrivo della bella stagione, gli alpinisti/escursionisti dell’associazione, continuano a proporre esercizi da praticare ogni giorno in casa, e belle immagini dei territori ove l’alpinismo lento è una importante attività turistico-sportiva.

E con l’occasione Mangia Trekking, “dagli Appennini alle Ande” continua a suggerire l’ascolto di buona musica ed a mantenersi sereni e tranquilli evitando ogni stato d’ansia e di timore che potrebbe contribuire a ridurre le difese immunitarie.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Mangia Trekking

L'evento "L'Alba del Gottero", nonostante il tempo avverso, ha registrato un notevole numero di partecipanti. Leggi tutto
Mangia Trekking
Un appuntamento da non perdere, tra i parchi del mare e delle montagne. Leggi tutto
Mangia Trekking

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa