A Santo Stefano nasce l'Unità comunale di supporto per il coronavirus In evidenza

Per aiutare le autorità sanitarie nella gestione dell'emergenza.

Martedì, 10 Marzo 2020 11:20

Al fine di salvaguardare la salute e l’incolumità pubblica, il Comune di Santo Stefano di Magra in queste ore ha ritenuto necessario disciplinare e formare un’apposita “Unità Comunale di Supporto” agli Enti competenti, per la gestione dell’emergenza sanitaria da COVID-19 in corso.

"Come sindaco – dichiara Paola Sisti – è mio primario dovere dare un segnale di grande vicinanza e sostegno a tutta la comunità. Obiettivo mio e di tutta l’amministrazione comunale, è essere presente come presidio a tutela dei cittadini e far circolare le informazione in modo corretto. Lavoriamo ogni giorno con grande scrupolo e coscienza e ci impegniamo per non lasciare nulla al caso ed essere pronti ad affrontare ogni emergenza".

L’ “Unità Comunale di Supporto” si configura come organo interno all’Amministrazione comunale, con sede presso il Centro Operativo Comunale, e si costituisce al fine di supportare l’operato degli Enti Sanitari competenti, unici soggetti abilitati alla gestione diretta di eventuali emergenze che dovessero verificarsi sul territorio comunale; raccogliere in modo costante e divulgare prontamente alla cittadinanza le informazioni necessarie ricevute da parte degli Enti competenti; favorire, se necessario e secondo le indicazioni delle Autorità, il raccordo tra cittadini ed Enti Sanitari competenti; adottare, con massima tempestività, i provvedimenti amministrativi di competenza comunale; adottare e/o coordinare eventuali interventi secondo le precise indicazioni delle Autorità Sanitarie competenti.

"Già dai giorni scorsi, abbiamo chiuso tutti i luoghi pubblici, palestre, scuole di danza, centri sportivi... intuendo che il tema principale fosse evitare il più possibile le occasioni di contagio – continua Sisti – Abbiamo invece aspettato a chiudere il campetto di via Vaggia, l’area verde dove già nei primi giorni di chiusura delle scuole si riversavano decine di bambini, per non privare i più piccoli di questo luogo di svago all’aperto, ma alla fine abbiamo dovuto cedere. Per essere sempre aggiornati sulle misure più corrette da adottare, abbiamo inoltre incontrato più volte i medici del territorio e il medico Rspp (responsabile del servizio di prevenzione e protezione) e ci stiamo mobilitando per organizzare corsi di formazione per intervenire al meglio caso per caso. Niente panico quindi, siamo pronti ad affrontare ogni emergenza".

"In tempi non sospetti, e cioè già 15 giorni fa - ha aggiunto Jacopo Alberghi, Assessore alla Protezione civile del Comune di Santo Stefano Magra – abbiamo attivato una stretta collaborazione con gli stessi medici curanti e le associazioni del territorio, dando impulso all’Unità Comunale di Supporto partecipata da tutti i consiglieri, compresi quelli di minoranza, perché questa emergenza non ha e non deve avere connotazione politica. I consiglieri tutti hanno dato pronta adesione e anche la minoranza ci ha mostrato la massima disponibilità. Li ringraziamo per il supporto, siamo contenti si stia lavorando uniti".

Precauzioni igienico-sanitarie sono state invece adottate negli uffici comunali con l’introduzione di gel sanificatore e altre misure cautelari. "Stiamo inoltre lavorando in queste ore a nuovi protocolli procedurali per definire, ad esempio, la ricezione degli atti provenienti dall’esterno, creare una nuova procedura per lo smaltimento dei rifiuti delle famiglie soggette a quarantena e abbiamo predisposto una linea telefonica apposita a servizio della cittadinanza e il cui numero verrà pubblicato al più presto – continua Sisti – Inoltre abbiamo posto dei limiti di affluenza negli uffici pubblici per evitare assembramenti e stiamo cercando di cautelare il più possibile il personale interno dotando soprattutto le persone più esposte, come i vigili urbani e il messo comunale, di mascherine e guanti monouso. A questo proposito un grande grazie va a tutti i funzionari del Comune che hanno continuato a lavorare come sempre, coscienti di essere funzionari dello Stato e quindi a servizio del cittadino, anche i momenti come questi".

Anche l’assessore Alberghi si unisce ai ringraziamenti allargandoli agli imprenditori privati che gestiscono palestre e altri spazi aperti al pubblico e che hanno dato, tra i primi, il buon esempio. "Seppure senza alcun obbligo di chiusura, anche in loro ha prevalso il buon senso. Li ringraziamo per la fondamentale collaborazione".

Infine, un capitolo a parte, uno dei più importanti, meritano le scuole. "Vorremmo che la scuola, punto di aggregazione e socialità per eccellenza, venisse percepita anche in questo momento come presenza attiva – afferma Sisti – Le scuole infatti non hanno mai sospeso l’attività didattica grazie alle aule virtuali e alla grande collaborazione del corpo insegnanti di ogni scuola di ordine e grado. A seguito della chiusura delle scuole, inoltre, abbiamo deciso di intervenire a domicilio a supporto di bambini diversamente abili, perché nessuno resti indietro e per offrire a tutti pari opportunità, compresi quegli alunni che possano avere più difficoltà a collegarsi ai servizi educativi online". A breve sarà infine disponibile un calendario di incontri mirati e singoli per educatori e famiglie, mentre è già stata decisa la sospensione delle rette del Nido

Infine, oltre agli ultimi doverosi ringraziamenti, l’appello della sindaca va a tutta la cittadinanza: "Mi appello personalmente alla comunità, a ogni singolo cittadino perché ricorra in questi giorni di grandi difficoltà all’uso del buon senso, alla responsabilità collettiva, adottando ogni precauzione per limitare i rischi di contagio. Ogni giorno è una scommessa ma sono certa che ne usciremo rafforzati come comunità, come stanno già dimostrando i tanti segnali di generosità provenienti da associazioni e singoli cittadini che si sono offerti, per esempio, di consegnare la spesa a domicilio ai più anziani o altre persone in difficoltà. Questa sfida sconosciuta sta provando ancora una volta che l’Italia è un Paese capace di grandi slanci e di grandi prove di professionalità. Il mio ultimo e più sincero grazie va al personale medico e paramedico che da settimane sta facendo sacrifici enormi. Che questo ci serva da lezione, a me per prima, per apprezzare il nostro meraviglioso sistema sanitario. Per quanto mi riguarda e per la mia responsabilità politica, mi batterò ancora di più dopo questa triste esperienza perché la sanità pubblica sia per sempre una priorità assoluta per tutti".

Su sito e pagina facebook del Comune di Santo Stefano di Magra e di Regione Liguria, tutte le informazioni e gli aggiornamenti in tempo reale.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comune di Santo Stefano di Magra

Piazza Matteotti
19037 Santo Stefano di Magra (SP)
Tel. 0187.697111

Mail: info@comune.santostefanodimagra.sp.it

www.comune.santostefanodimagra.sp.it

Ultimi da Comune di Santo Stefano di Magra

Approvato il rendiconto finanziario: previsto anche uno sgravio per la tassa dei rifiuti. Leggi tutto
Comune di Santo Stefano di Magra
Tra gli appuntamenti di agosto anche alcuni concerti del Festival Paganiniano. Leggi tutto
Comune di Santo Stefano di Magra

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa