Notizie dalla Diocesi In evidenza

In primo piano la Candelora.

Domenica, 02 Febbraio 2020 09:44

2 FEBBRAIO, LA “CANDELORA”
Come è noto, il 2 febbraio la Chiesa celebra la festa della Presentazione di Gesù al tempio, ovvero la tradizionale “Candelora”. Ed è anche la giornata dedicata alla vita consacrata. Proprio per questo il vescovo Luigi Ernesto Palletti oggi, domenica, sarà in cattedrale, alla Spezia. Alle 16, nel salone “Fanelli”, presiederà un incontro con le religiose delle diverse delle numerose congregazioni e comunità presenti in diocesi, nel corso del quale terrà una meditazione. Alle 18, in cattedrale, presiederà poi la Messa solenne con il rito delle benedizione delle candele.

RACCOLTA FARMACI: LE NECESSITA’ SONO TANTE
Sono davvero innumerevoli, anche perché purtroppo innumerevoli sono le necessità di persone e famiglie, le attività che promuovono la Caritas e le altre associazioni e istituzioni attive sul fronte della solidarietà alla Spezia e in provincia. In dicembre si sono svolte diverse raccolte alimentari effettuate, grazie ad oltre duecento volontari, davanti ai supermercati e in alcune scuole superiori. A Pegazzano, nella “Cittadella della pace”, la Caritas ha già ospitato centinaia di persone per il programma ”Emergenza freddo”. Ora, sabato prossimo, sarà la volta di un’altra emergenza, quella sanitaria, grazie al “banco farmaceutico”: una raccolta di farmaci e di altri presidi sanitari sarà effettuata all’uscita di numerose farmacie cittadine. I farmaci donati saranno redistribuiti agli enti di assistenza, in primo luogo la Caritas. La situazione di emergenza sanitaria in atto a livello nazionale rende ancora più attuale l’iniziativa.

SARZANA, LE MONACHE DI CLAUSURA INVITANO I GIOVANI
Non capita spesso che una comunità monastica di clausura inviti gruppi di persone a visitare il monastero ed a discutere insieme, nella preghiera, sui temi della vita di oggi. Ma è quello che accadrà sabato prossimo 8 febbraio a Sarzana. Le monache Clarisse del monastero ai piedi di Monte d’Armolo hanno infatti proposto ai giovani e alle giovani di tutta la provincia di andare ad incontrarle, a partire dalle 15.30. «È un desiderio nato dal cuore – scrivono nell’invito – per potervi conoscere e condividere un pomeriggio, nell’accoglienza, nell’ascolto reciproco e nel dialogo. La vostra presenza per noi è un grande dono: voi giovani siete il futuro di questo nostro mondo !». L’incontro terminerà con un momento di preghiera. L’augurio è che, anche grazie al “passaparola” tipico della comunicazione giovanile, sabato ci siano davvero in tanti.

FOSSITERMI, UN RECITAL PER DIRE SI’ ALLA VITA
Sabato prossimo 8 febbraio, alle 20.45, nella chiesa parrocchiale di San Francesco di Fossitermi alla Spezia, si terrà il recital “Dal Cielo alla terra”, un inno alla vita e, di fatto, una serata di nuova evangelizzazione attraverso musiche, meditazioni e canti a cura di Davide Zanelli. Si tratta di una nuova forma di “linguaggio”, che vuole raggiungere tutti, per mettere in risalto l’amore coniugale, la bellezza della natura, la grandezza e la bellezza della maternità a partire dall’essere umano creato come un prodigio. Una catechesi–testimonianza, che già ha fatto tappa in diverse diocesi italiane, tra cui lo scorso anno Chiavari (a Rapallo), e che vuol essere un omaggio a figure come San Giovanni Paolo II, San Francesco d’Assisi, Caterina da Siena, nel solco dell’impegno di Flora Gualdani, che presso Arezzo ha fondato Casa Betlemme, un piccolo vero “ospedale da campo” dove in tutti questi anni ha accolto più di cinquemila madri e bambini in difficoltà. La sua professione di ostetrica le ha dato modo di capire le problematiche legate al nascituro e a maternità difficili. Flora ha collaborato nel tempo con servizi sociali, Movimento per la vita, Tribunali dei minori. Ha viaggiato all’estero in zone povere e martoriate, e così, dal 1964 Casa Betlemme è diventata scuola di vita per molte famiglie. L’evento di sabato è organizzato dall’ufficio diocesano di Pastorale per la famiglia, dal Centro di aiuto alla vita, dal Forum delle associazioni familiari, dall’associazione “La famiglia” e dal Centro ligure per il metodo Billings. Tutti sono invitati. regina

LERICI, DALLE PAGINE BIBLICHE UNA “SHOAH” DEL TEMPO ANTICO
"La regina Ester che salva il suo popolo dallo sterminio: storia di un antico tentativo di Shoah, ma con un lieto fine": è stato questo il tema trattato a Lerici, nella sala del consiglio comunale, dalla professoressa Maria Luisa Eguez in occasione della Giornata della memoria. Di fatto, una documentata e avvincente relazione storico – biblica su un episodio poco conosciuto: un tentativo di distruggere il popolo ebraico diversi secoli prima di Cristo, tentativo che fu sventato grazie al coraggio e all’intelligenza di una donna, la regina Ester appunto. Maria Luisa Eguez, già insegnante di scuola media, fa parte alla Spezia del gruppo “Samuel”, impegnato nel dialogo ebraico-cristiano. L’iniziativa a Lerici è stata di Unitre, l’”università delle tre età”, guidata a Lerici da Eliana Bacchini, in collaborazione col Comune. Notevole l’interesse mostrato dalle tante persone presenti.

SEMINARIO, ADORAZIONE EUCARISTICA
Tutti i primi giovedì del mese, nella chiesa del seminario vescovile di Sarzana, si tiene l’Adorazione eucaristica con una particolare intenzione di preghiera per le vocazioni. Il prossimo appuntamento sarà giovedì 6 febbraio, con inizio alle 21, in via Mascardi a Sarzana. Tutti sono invitati.

CIRCOLO UFFICIALI, LA STORIA DEI PATTI LATERANENSI
L’associazione “Amici del museo navale e della storia” organizza martedì alla Spezia, nella sala del circolo ufficiali di viale Italia, una conferenza sul tema “I Patti Lateranensi: novant’anni dall’accordo tra Italia e Santa Sede”. Relatore dell’incontro sarà Nicola Carozza, studioso e ricercatore di storia, insegnante presso l’istituto di scienze religiose “Niccolò V”. I Patti Lateranensi, compresi anche del Concordato tra Stato e Chiesa, furono come è noto sottoscritti l’11 febbraio 1929 dal Segretario di Stato cardinale Pietro Gasparri e da Benito Mussolini. Nel 1947, con il voto anche del PCI di Palmiro Togliatti, vennero recepiti dalla Costituzione repubblicana. A sua volta, il Concordato venne poi modificato nel 1984, con le firme del cardinale Agostino Casaroli e di Bettino Craxi: una storia lunga e complessa, i cui effetti restano tuttora fondamentali per i rapporti tra Stato e Chiesa in Italia. La conferenza è aperta al pubblico.

GLI ARTISTI CATTOLICI RICORDANO GASPAR ALAYZA
Nei prossimi giorni la sezione spezzina dell’Unione cattolica artisti italiani (Ucai) ricorderà il pittore Gaspar Alayza, morto di recente, suo presidente dal 2007 al 2009. Martedì alle 16 una Messa di suffragio sarà celebrata a Manarola, nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo. Sabato alle 17, in occasione dell’apertura della mostra “Tracce del Novecento”, programmata presso il centro culturale “Angiolo Del Santo” di via Don Minzoni 62, ci sarà inoltre il ricordo dell’associazione.

CASSEGO, GLI OTTANT’ANNI DI DON SANDRO
Mercoledì scorso ha compiuto ottant’anni don Sandro Lagomarsini, parroco di Cassego e di Valletti e fondatore già molti anni fa del doposcuola di Cassego, modellato sull’esperienza della scuola di Barbiana di don Lorenzo Milani. Don Sandro è anche autore di numerosi volumi e, da anni, collaboratore delle pagine nazionali di “Avvenire”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Diocesi

Egidio Banti ricorda Carlo Clariond e Carlo Ceradelli, entrambi scomparsi pochi giorni fa. Leggi tutto
Diocesi
Il vescovo Palletti celebrerà una messa di suffragio. Leggi tutto
Diocesi

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa