Suor Paola Barenco rieletta a capo della Piccola Opera Regina degli apostoli In evidenza

L'istituzione religiosa si occupa in particolare dell'assistenza ai sacerdoti anziani e malati.

Domenica, 12 Gennaio 2020 12:20

Suor Paola Barenco, di Lerici, è stata rieletta per la seconda volta madre generale della Piccola Opera Regina degli apostoli, l’istituzione religiosa fondata a Genova nel 1948 da suor Ada Taschera unitamente a monsignor Luigi Recagno.

L’Opera è presente da alcuni decenni anche alla Spezia, in particolare nella conduzione della Casa del clero e quindi nell’assistenza ai sacerdoti anziani e malati.

Altre due spezzine, consorelle di suor Paola, sono state confermate quali consigliere negli organi dirigenti della “Piccola opera”: suor Lorenza Benedetti e suor Sandra Orlandi.

Suor Paola Barenco, formatasi nella comunità parrocchiale di Lerici quando ne era parroco monsignor Franco Ricciardi, sempre molto vicino alla “Piccola Opera”, entrò nella congregazione nel 1986, subito dopo essersi laureata in pedagogia alla facoltà di Magistero dell’università di Genova.

Ma già da due anni aveva emesso i propri voti religiosi, tanto che lo scorso anno ne ha ricordato il trentennale. Per sei anni, prima del 2014, è stata vicaria della madre generale Giuseppina Valmori.

È esperta in psicologia della comunicazione. Diplomata anche in teologia pastorale, è stata a lungo consigliera dell’istituto di formazione religiosa “Edith Stein”, animatrice della dinamiche di gruppo formativo ed insegnante nell’annessa scuola per consulenti di formazione in Scienze umane nella vita consacrata e nelle comunità educative ecclesiali.

Il capitolo generale, che ha provveduto alle elezioni, si è tenuto giovedì scorso a Genova alla presenza del padre Gabriele Ambu, ofm, vicario della vita consacrata, delegato dal cardinale Angelo Bagnasco.

La Congregazione, che a Genova ha la sua sede centrale, si occupa, come detto, in particolare dei sacerdoti con la preghiera, con le attività di assistenza e di vicinanza al loro ministero, avendo come missione il vivere la parola di Gesù “per loro io consacro me stesso”.

È una missione molto preziosa, specialmente nei tempi attuali: l’istituzione della Casa del clero della Spezia, affidata alla Piccola Opera dall’allora vescovo Giuseppe Stella, fu anche davvero un’intuizione profetica. A suor Paola, suor Lorenza e suon Sandra le nostre felicitazioni e gli auguri di buon lavoro.

(testo di Giuseppe Savoca)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Diocesi

Il gruppo ha ottenuto il premio diocesano della solidarietà. La loro storia. Leggi tutto
Diocesi
Nella parrocchia di Fossitermi tante iniziative in onore del beato Giuseppe Nascimbeni. Leggi tutto
Diocesi

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa