Unioncamere Liguria

Unioncamere Liguria

URL del sito web: http://www.lig.camcom.it/
Oltre 2800 assunzioni previste in provincia della Spezia entro fine anno.
1 turista su 4 tra coloro che hanno soggiornato in Liguria ha mostrato interesse per il cibo e le degustazioni.
Dati e prospettive positive anche per il futuro e per tutta la Liguria, che domina la classifica nazionale.
Negli ultimi cinque anni il commercio ambulante in Liguria è cresciuto del 3,7% secondo i dati di Unioncamere
Crescono soprattutto gli stranieri ed è boom delle strutture extralberghiere.
Si parlerà degli strumenti finanziari nell’attuale programmazione e dei futuri sviluppi. Il 28 marzo a Genova, ma anche in streaming.
Le imprese "in rosa" tornano a crescere dopo cinque anni.
Nel 2017 il bilancio tra nuove aperture e cessazioni torna positivo, ci sono voluti 5 anni.
In provincia della Spezia aumenti in doppia cifra.
Continua a crescere soprattutto l'extralberghiero, ma i dati sono positivi anche per gli alberghi.
Il marchio collettivo geografico per la ristorazione ligure comprende oltre 70 ristoratori. Al momento sono 8 nella provincia della Spezia.
Edilizia e commercio i settori in cui l'incidenza è maggiore.
Alla Spezia l'incidenza maggiore sul totale, anche se la corsa rallenta.
A settembre in tutta la Liguria +2,2 gli arrivi, +0,2 le presenze: in crescita gli stranieri e l’extralberghiero. Bilancio positivo nei tre mesi estivi: +1,4% gli arrivi, +1,5% le presenze.
Nel 3° trimestre 2017 crescono le iscrizioni e diminuiscono le cancellazioni: saldo positivo, +369 imprese.
Dominano i contratti a termine. Cuochi e camerieri le figure più ricercate. Si punta sui giovani, ma poco sulle donne.
In Liguria sono quasi 900 le imprese under 35. Alla Spezia l'incidenza più alta.
Nella provincia spezzina netta crescita del capoluogo, calano invece gli arrivi a Lerici. Tra gli stranieri svettano francesi e americani.
Nel primo semestre 2017 alla Spezia export in calo, in controtendenza rispetto al dato nazionale. Soffrono soprattutto le vendite di navi e di armi e munizioni.
Nel 2° trimestre del 2017 si attesta al 9,3%, 1,3 punti percentuali in meno su base annua.
Nei primi 7 mesi dell'anno, nella regione crescono arrivi (+5,1%) e presenze (+2,4%).

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa